SCIENZE E TECNOLOGIE ORAFE
Corso di Laurea

Presentazione

 

 

 

 

 

 

 

LABORATORIO DI CHIMICA II  (4 cfu)

Il corso si propone di mettere lo studente in grado di eseguire il riconoscimento cristallografico di una o più leghe per usi orafi, l’analisi composizionale delle stesse e determinare alcune proprietà chimico-fisiche.

Per quanto riguarda il riconoscimento cristallografico verranno presentati i principi e i metodi sperimentali della diffrazione dei raggi-X e verranno eseguiti, elaborati e interpretati i diffrattogrammi dei campioni. In particolare lo studente dovrà essere in grado di:

  1. preparare il campione e eseguire i diffrattogrammi dei campioni in esame.
  2. riconoscere le relazioni tra geometria del reticolo cristallino e posizione dei picchi di diffrazione, indicizzare i picchi di diffrazione  e affinare i parametri reticolari con il metodo dei minimi quadrati.
  3. elaborare i parametri di cella in funzione della composizione delle leghe metalliche.
  4. utilizzare banche dati per riconoscere le fasi cristalline.

Durante le lezioni teoriche verranno trattati i seguenti argomenti: legge della diffrazione, piani reticolari, reticolo reciproco e diretto, cella elementare. Indicizzazione delle riflessioni e estinzioni sistematiche delle riflessioni.  Fattore di diffusione atomico e fattore di struttura. Densità elettronica. Diffrattometro con geometria Bragg-Brentano. Impacchettamento esagonale compatto e cubico compatto delle sfere applicato ai cristalli metallici.   

L’analisi composizionale verrà effettuata tramite la microscopia elettronica a scansione, tecnica analitica di superficie, abbinata ad uno spettrometro a dispersione di energia. L’esperienza di laboratorio prevede la preparazione di campioni, l’analisi microscopica e la determinazione quantitativa degli stessi.
Le lezioni teoriche riguardano:
Microscopia elettronica a scansione (SEM): principi di funzionamento, ottica elettronica, interazioni elettroni- materia, rivelazione dei segnali, applicazioni.
Microanalisi a dispersione di energia (EDS): principi di funzionamento, analisi qualitativa, analisi quantitativa, applicazioni.

La determinazione dei parametri chimico-fisici verrà effettuata con la calorimetrica differenziale a scansione (DSC). Verrà eseguito il trattamento termico sia in riscaldamento che raffreddamento di alcuni materiali metallici e determinata la temperatura e l’entalpia di fusione e cristallizzazione.

Testi adottati: Dispense di Strutturistica Chimica, Prof. M. Catti.

Modalità d’esame: Relazione e Prova Orale.

Docente: Dott.ssa Angiolina Comotti
Tel. 02-6448.5140
angiolina.comotti@mater.unimib.it

Orientamento

 

 

 

Area Studenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HOME
http://scienzeorafe.mater.unimib.it